Caricamento in corso
Premio letterario EnergheiaRassegna Stampa

I finalisti della XXVII edizione del Premio letterario Energheia

L’associazione culturale comunica i finalisti della ventisettesima edizione del Premio letterario Energheia nelle sue diverse sezioni.

Per il Premio Energheia Cinema, un soggetto per la realizzazione di un cortometraggio, si aggiudica il primo posto il soggetto: No, di Giuseppe Guglielmo Pappalardo di Sommatino(CL).

Per la sezione Nuvole di Energheia, storie a fumetti la Giuria, presieduta da Gianluigi Trevisi e composta da Elisabetta Jankovic e Salvador Arellano ha indicato vincitore il fumetto di Altea Bosi di Bologna dal titolo Neve d’Inferno; menzione al fumetto Incantatore di Nicolò Rimerici di Silvelle di Trebaseleghe(PD).

Per la sezione I brevissimi di Energheia – Domenico Bia – sul tema: Bianco, si aggiudicano i primi tre posti: Margherita Bazzocchi di Cesena(FC) con il racconto Filo di ragno e che si aggiudica la Menzione dell’associazione Energheia; Irene Brocchieri, proveniente da Busto Arsizio(VA) con il testo Bianco ed infine Benedetto Mortola di Genova con il racconto Al centro del bianco.

Per la sezione dei racconti del Premio Energheia Europa sono già stati indicati in vincitori che saranno ospiti nella nostra città l’11 settembre:

Celia de Aldama Ordóñez_Madrid per Energheia Spagna

Christina Panagiota Petrakou_Atene per Energheia Grecia

Tillman Kierdorf_Colonia per Energheia Germania

Denis Režonja_Murska Sobota per Energheia Slovenia

Tarek Bou Omar_Tripoli per Energheia Libano – menzione racconto

Per la sezione del racconto i racconti finalisti sono:

Finalisti sezione giovani 15/21 anni

(In questo caso vi sono stati degli ex aequo nel corso della selezione)

 

La galleria_Sant’Arcangelo di Romagna(FC)

Notte di stelle_Gambettola(FC)

Frenesia spenta di una foglia_Sant’Arcangelo di Romagna(FC)

Vento alle parole_Torre Annunziata(NA)

L’erede di Orfeo_Rozzano(MI)

Ultimo giorno_Pisa

Ma io voglio tornare al “prima”_Castelleone di Suasa(AN)

La felicità_Corinaldo(AN)

Due incognite e due voci_Roma

Confessione_Corinaldo(AN)

Estate di sangue a Bombingham_Luserna San Giovanni(TO)

Finalisti sezione adulti oltre 21 anni

Occhi azzurri, occhi neri_Acireale(CT)

Nel lago della fame_Priolo Gargallo(SR)

Amori_Milano

Camomilla, verbena e ossido di zinco_Messina

Serra Marina_Bari

Questi racconti finalisti sono ora al vaglio della Giuria del Premio Energheia – composta da Maurizio Bettelli, musicista, scrittore; Marco Cassini, scrittore, editore; Emanuele Cerullo, scrittore; Corinna De Cesare, scrittrice, giornalista e da Irene Gianeselli, scrittrice, giornalista – che ha il compito di indicare il prossimo 11 settembre, nel giardino del Museo “D. Ridola” il racconto vincitore della ventisettesima edizione del Premio e il miglior racconto da sceneggiare per la realizzazione di un cortometraggio prodotto dall’associazione.

Un Premio che in queste ventisette edizioni ha visto la partecipazione di un nutrito e vasto numero di scrittori in erba che si sono cimentati nella difficile arte della scrittura, ma che nel contempo ha avvicinato molti amanti della lettura al comitato lettori, composto, nell’ultima edizione, da oltre ottocento, sparsi in ogni angolo della Penisola.

Un coinvolgimento che fa del Premio Energheia una realtà locale che guarda lontano, oltre i suoi confini nazionali con iniziative che vedono il coinvolgimento del Governo Spagnolo, dell’Ambasciata di Slovenia in Italia,  della Società Dante Alighieri di Tripoli.

L’associazione con queste giornate materane, intende rimarcare questa sua notevole e infaticabile produzione culturale con l’antologia I RACCONTI DI ENERGHEIA, raccolta dei racconti finalisti dello scorso anno, che sarà presentata sabato 11 settembre, in concomitanza con la cerimonia di consegna del Premio, e con la produzione dei cortometraggi – la trasposizione in suoni ed immagini dei racconti vincitori del premio Energheia Cinema 2020 e Miglior racconto da sceneggiare 2020 -, quest’ultimi saranno presentati nel corso delle diverse manifestazioni collaterali al Premio.