Caricamento in corso
Rassegna Stampa

Gli incontri di Energheia. Con Marco Bersani discorrendo di acqua pubblica e soluzioni alla crisi

Continuano gli incontri dell’associazione culturale Energheia sul tema del rapporto tra economia e società, che ha visto nei mesi scorsi la partecipazione di studiosi quali Latouche, Bartolini e Vacca.

 Nel prossimo incontro dal tema “Debito e politiche monetarie europee. La battaglia per l’acqua come risposta alla crisi”, l’associazione insieme al Coordinamento Regionale ACQUA PUBBLICA di Basilicata, avrà ospite Marco Bersani – fondatore di ATTAC Italia e attivista nel Forum italiano dei movimenti per l’acqua -.

L’incontro avverrà giovedì 15 dicembre 2011, alle ore 19.00 presso SANBIA’ in Via San Biagio, 27 bis a Matera.

Nell’attuale contesto di crisi, ciò che sta succedendo è il trasferimento di un debito del sistema bancario e finanziario agli Stati e da questi ultimi ai cittadini; ovvero, si salvano le banche socializzandone gli oneri e poi si interviene per evitare il default degli Stati con misure di macelleria sociale che mandano in default i cittadini. Si tratta di una gigantesca trasposizione dal welfare, che aveva caratterizzato, seppur in forme differenti tra loro, tutti i paesi dell’Unione Europea della seconda parte del ‘900, come compromesso sociale tra il capitale e il lavoro, verso un sistema di bankfare, all’interno del quale il ruolo del pubblico diviene esclusivamente quello di sostenere, a spese dei cittadini, il sistema bancario e finanziario internazionale, causa prima della crisi in atto.

Il risultato è un circolo vizioso grazie al quale il debito degli Stati è notevolmente aumentato proprio grazie al fatto che i governi hanno deciso di accollarsi le perdite del capitale finanziario.

Il debito va studiato ed esaminato attraverso la creazione di auditorie popolari che facciano l’anamnesi dello stesso, ne identifichino le responsabilità e ne propongano la drastica riduzione/ristrutturazione sino al suo non pagamento. Altro obiettivo deve diventare l’apertura di un fronte per il superamento del patto di stabilità, cominciando a sottrarre allo stesso tutta la spesa rivolta all’accesso ai beni comuni naturali e sociali e all’erogazione e qualità dei servizi pubblici locali.”

 Questo è ciò che sostiene Marco Bersani da tempo e sulla battaglia dell’acqua afferma “ è una battaglia concreta, immediatamente comprensibile per le persone, per una nuova consapevolezza sociale sui nodi dell’economia liberista e sul superamento della stessa per la costruzione di un altro modello sociale.”

Marco Bersani, laureato in filosofia e dirigente comunale dei servizi sociali, ha pubblicato per le edizioni Porto Alegre: Acqua in movimento. Ripubblicizzare un bene comune(2007); Nucleare, se lo conosci lo eviti (2009); Come abbiamo vinto il referendum. Dalla battaglia per l’acqua pubblica alla democrazia dei beni comuni (2011) oltre a promuovere la Tobin tax sulle transazioni finanziarie. L’iniziativa rientra nel Progetto: “Trasparente come l’Acqua”, promosso dalle Associazioni GVS-Pz; Coordinamento Regionale Acqua Pubblica di Basilicata; Lucania World-Pz;; Abito in Scena-Pz.