Caricamento in corso
Rassegna Stampa

Dirittura d’arrivo domani per la gara di racconti sulla Murgia rivolta alle scuole

Il Quotidiano – Giovedì 29 maggio

All’iniziativa hanno aderito 400 ragazzi con oltre 70 lavori

Dirittura d’arrivo per il premio Energheia Lamis, partito come una sfida ambiziosa: far scrivere a bambini delle scuole elementari elaborati sul tema: “Vita tra jazzi e masserie murgiane – racconti a quattro mani”, invitava i piccoli alunni da un lato ad impegnarsi per la prima volta nella partecipazione ad un premio letterario, dall’altro portarli a scoprire una nuova realtà del loro territorio.
All’iniziativa promossa dall’associazione culturale Energheia e dal Centro di educazione ambientale di Matera, sono pervenuti oltre 70 racconti. Quel che stupisce e lusinga gli organizzatori sono i 400 bambini delle scuole elementari che nelle scorse settimane sono stati coinvolti in lavori di ricerca, visite guidate, incontri con i nonni, alla scoperta di testimonianze del recente passato legate al mondo della murgia materana.
L’obiettivo del premio era proprio stimolare la scrittura di racconti prendendo spunto dai riflessi del passato: per fare in modo che i bambini riuscissero ad accostarsi alla ricchezza delle suggestioni che la realtà murgiana offre, nel bando era previsto l’eventuale supporto di una persona anziana (un nonno, uno zio, un amico) che, avendo avuto legami più forti con la Murgia, avrebbe potuto entusiasmarli con i propri ricordi. Una tematica, quella di Energheia Lamis, strettamente connessa all’importanza della presenza sul territorio murgiano di un vasto patrimonio di jazzi, masserie e strutture rurali altre che di antichi saperi e culture.
I piccoli scrittori, quindi, alcuni con ingenuità, altri dimostrando talento, hanno dato forma a racconti ambientati sulle Murge.
Domani si svolgerà la premiazione della prima edizione del premio letterario Energheia Lamis.
Alle 9.30, al cinema Comunale, è previsto un incontro con tutte le classi partecipanti al premio e la consegna degli attestati di partecipazione. Nel corso della mattinata saranno proclamati i racconti finalisti.
Alle 19.30 al Centro di educazione ambientale a Jazzo Gattini, si svolgerà la cerimonia di premiazione alla presenza della giuria composta dalla direttrice dell’Archivio di Stato Antonella Manupelli, da Michelangelo Morano, docente all’università degli studi di Basilicata e del naturalista Mario Tommaselli.
Durante la serata avverrà la proclamazione del racconto vincitore ed eventualmente di quello segnalato.
Al termine dell’incontro ci sarà una degustazione di prodotti tipici ed un concerto musicale.