Caricamento in corso
Rassegna Stampa

Premio letterario Energheia – Sono dodici le opere in lizza

La Gazzetta del Mezzogiorno – Venerdì 3 Settembre 2010
  

La Giuria della XVI edizione del Premio Energheia

L’associazione culturale Energheia comunica la chiusura della fase di lettura dei racconti pervenuti alla sedicesima edizione del Premio letterario Energheia, da parte del Comitato di lettura, composto da oltre trecento persone.
 
Quest’anno è stata molto alta la partecipazione nelle diverse sezioni in cui si articola il Premio, oltre duecento autori, provenienti da ogni parte d’Italia, in gran donne,  con una età media sotto ai 30 anni, che hanno voluto sfidarsi in questa competizione che vede come premio finale – per la narrativa – la pubblicazione dei racconti finalisti in una antologia pubblicata e diffusa presso le principali biblioteche e Scuole superiori della Penisola, cui si accompagna, la trasformazione in suoni ed immagini di uno dei racconti finalisti, ovvero in un cortometraggio.
 Nel Premio letterario Energheia, nelle due sezioni del premio, under 21 anni e oltre; ci sono stati due ex aequo, tanto da avere dodici finalisti che ora sono al vaglio della giuria composta da Chiara Ingrao, Laura Durando, Nicola Lagioia, Alessandro Masi e Giorgia Wurth, tutti ospiti nella nostra città nei giorni 17 e 18 settembre p.v., giorni fissati per la consegna della sedicesima edizione del Premio Energheia.
Il comitato lettori on line, più di quattrocento contatti via web, ha invece selezionato i finalisti della sezione “I brevissimi di Energheia D.Bia” – sul tema “La lussuria”, che saranno pubblicati su Retididedalus, sito ufficiale del Sindacato Nazionale Scrittori, diretto dallo scrittore Marco Palladini. Una occasione ulteriore, per i ragazzi partecipanti, di mettersi in evidenza nel campo letterario. Designati, inoltre, il vincitore del concorso Energheia Cinema, soggetto per un cortometraggio  oltre alle opere segnalate nella sezione “Nuvole di Energheia” storie a fumetti.
  Nel corso delle serate sarà presente anche la vincitrice del Premio Energheia Europe, dedicata quest’anno al Libano. La giovane libanese Roula Fadel Naboulsi, autrice del racconto “Les rReves voles” (I sogni volano), sarà ospite dell’associazione nei giorni che precedono la consegna del Premio, a rimarcare ancor di più l’azione di promozione della cultura del sodalizio materano e che travalicano i confini nazionali. Infatti nel premio europeo, ci si è avvalsi dell’impegno della Società Dante Alighieri di Tripoli e del British Council di Beirut.
Laura Durando, torinese, laureata in Lingue e Letterature straniere, specialistica indirizzo storico-culturale. Traduttrice, articolista e recensionista. Collabora con riviste cartacee e on-line di carattere culturale letterario. Attualmente corrispondente per Revista Peruana de Literatura, Lima, Perù. Dal 2006 cura i testi per il progetto narrativo-musicale per conto del gruppo di spettacolo Out-Line Minstrels.

Chiara Ingrao,  è impegnata a tempo pieno come scrittrice e animatrice culturale, con particolare interesse per il lavoro nelle scuole. Le sue precedenti esperienze di lavoro sono molteplici, così come quelle politiche e sociali.
Dopo il coinvolgimento nel movimento studentesco del ’68, dal 1973 al 1978 è stata funzionaria a tempo pieno del sindacato metalmeccanici, e dal 1978 al 1980 dei chimici. A partire dagli anni ’70 ha anche partecipato attivamente al movimento femminista, e dal 1976 in poi è stata una delle promotrici dei nuovi coordinamenti donne del sindacato.
Nel 1980 lascia il sindacato e inizia la sua attività professionale di traduttrice e interprete di conferenza, che continuerà fino al 2009. Dal 1980 al 1983 è stata anche programmista-regista dei programmi radiofonici per le donne, “Noi Voi Loro Donna” e “Ora D”, presso la RAI.
Dal 1987 al 1992 è portavoce nazionale dell’Associazione per la pace, insieme a Flavio Lotti.
Nel 2001-2002 ha curato per Aidos (Associazione italiana donne per lo sviluppo) un’antologia e un sito web sui diritti umani delle donne.”Dita di dama” (La Tartaruga), l’ultima sua fatica letteraria.
Nicola Lagioia, autore barese, ha esordito nel 2001 con il romanzo Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (senza risparmiare se stessi) pubblicato da minimum fax (Premio Lo Straniero). Nel 2004 ha pubblicato per Einaudi il romanzo Occidente per principianti (Premio Scanno, finalista Premio Bergamo, finalista Premio Napoli). Nel 2005 ha pubblicato, per Einaudi Stile Libero, 2005 dopo Cristo, un romanzo scritto assieme a Francesco Pacifico, Francesco Longo e Christian Raimo firmato con il nome collettivo di Babette Factory. Sempre nel 2005 è uscito per Fazi il saggio Babbo Natale. Ovvero come la Coca-Cola ha colonizzato il nostro immaginario collettivo. Ha pubblicato racconti in varie antologie, tra cui Patrie impure (Rizzoli, 2003), La qualità dell’aria (minimum fax, 2004), che ha curato assieme a Christian Raimo, Semi di fico d’India (Nuovadimensione, 2005), Periferie (Laterza, 2006), Ho visto cose (Biblioteca Universale Rizzoli, 2008), La storia siamo noi (Neri Pozza, 2008). Dirige nichel, la collana di letteratura italiana di minimum fax. Collabora con RADIO 3 alla rubrica di approfondimento letterario Terza Pagina.
Alessandro Masi, (1960) di Roma, critico e storico d’arte, laureato in Lettere (con indirizzo artistico),  dal 1999 è Segretario Generale della Società “Dante Alighieri” – Sede Centrale di Roma. È stato, dal 1986 al 1988 titolare della Cattedra di Storia dell’Arte Moderna e Contemporanea presso “L’Istituto di Restauro” di Roma, diretto da Gian Luigi Colalucci; e negli stessi anni redattore dell’Archivio Storico dello scultore Umberto Mastroianni. Ha collaborato con “La Provincia Pavese”, “L’Avvenire”, “Roma”, “Il Tempo”, “Arte & Critica” “Arte Mondadori”, “Flah Art” e “Next”; attualmente riveste la direzione dei quaderni monografici di storia dell’arte contemporanea “I quaderni dell’Opera”.
 
Giorgia Wurth (1979), attrice ed autrice di Varazze (SV). Nel 1998 inizia la carriera televisiva come conduttrice a Disney Channel. Dal 2003 al 2008 è una delle annunciatrici di Rai Tre. Nel frattempo intraprende la carriera di attrice, scrive racconti, tiene un suo blog e interpreta un ruolo di protagonista nel videoclip “Aprila”, canzone di Biagio Antonacci. Nel 2009 appare su Rai Uno nella miniserie tv “Il bene e il male” e successivamente nella sesta stagione di “Un medico in famiglia”; inoltre è tra le protagoniste di “Ex”, film di Fausto Brizzi, uscito nelle sale cinematografiche nel mese di febbraio. Interpreta anche il ruolo di Ilona Staller nella miniserie tv Moana, regia di Alfredo Peyretti, in onda su SKY Cinema 1. Sempre nei primi di quest’anno, pubblica il suo primo libro: “Tutta da rifare”, (Fazi Editore).

One comment

Comments are closed.