L’imagination au pouvoir. Sessantotto e musica

ONDE LUNGHE, la musica raccontata.

L’imagination au pouvoir_Sessantotto e musica

con Angelo Guida e Michele Morelli

 

21 Febbraio 2018 – Liceo Federico II, Melfi(PZ)

L’utopica stagione del “Flower Power” si trasforma con il 1968 in una dura realtà di lotta. La canzone italiana scopre la voglia di combattere transitando dal Festival di Sanremo alle piazze. Il suo è un cammino non facile, inizia dall’impegno di Fabrizio De André e di Francesco Guccini per proseguire col furore militante di cantautori come Paolo Pietrangeli, che si riappropriano della tradizione folk per dare voce agli studenti e agli operai. In America e in Inghilterra, all’indomani dell’esplosione psichedelica, il rock cerca invece di mutare pelle: attraverso il timido approccio politico dei Beatles, la violenza blues dei Rolling Stones, l’imprevedibile religiosità di Bob Dylan, il ribellismo autolesionista di Jim Morrison e di Jimi Hendrix, la rabbia freak di Frank Zappa.