Caricamento in corso
Rassegna Stampa

Antonella Cilento ospite al Premio Energheia 2009

La Nuova del Sud – 14 Giugno 2009

 

 

L’associazione culturale Energheia ha indicato il secondo componente della Giuria della XV edizione del Premio letterario Energheia 2009, in Antonella Cilento, (1970), giovane autrice napoletana, che va ad aggiungersi allo scrittore milanese Giorgio Fontana, nominato nei giorni scorsi.

La Cilento,  laureata nel 1995 in Lettere Moderne con una tesi dal titolo: “La scrittura di Pier Vittorio Tondelli”, vanta un notevole curriculum. Ha pubblicato Il cielo capovolto (Avagliano, 2000), Una lunga notte (Guanda, 2002) Premio Fiesole e Premio Viadana; Non è il Paradiso (Sironi, 2003); Neronapoletano (Guanda, 2004); L’amore, quello vero (Guanda, 2005) Premio Brancati; Napoli sul mare luccica (Laterza, 2007), Nessun sogno finisce (Giannino Stoppani, 2007 – romanzo per ragazzi); il suo ultimo lavoro è Isole senza mare (Guanda, 2009). Conduce il Laboratorio di Scrittura Lalineascritta che ha ideato e fondato dal 1993. Ha realizzato racconti radiofonici, per il teatro e il cinema. Collabora con diverse testate tra le quali Il Mattino e L’Indice dei libri del mese. E’ presidente dell’associazione culturale Aldebaran Park con la quale organizza convegni, rassegne autoriali, spettacoli.  E’ ideatrice e promotrice del progetto di mailing-list e convegno sulle scritture creative del Mezzogiorno “SudCreativo” con Antonio Spadaro S.J. promotore della scuola di scrittura creativa Bombacarta.
L’ultimo lavoro, Isole senza mare, la cui presentazione al pubblico materano, avverrà nei giorni precedenti la cerimonia di consegna del Premio, narra la storia parallela di due donne, Aquila e Nina, che attraversano l’Otto e il Novecento. Due donne che amano con infelicità, entrambe esiliate: legate a doppio filo da rimandi, coincidenze ed eredità, le cui vicende si intrecciano con un coro di indimenticabili personaggi sullo sfondo del Mediterraneo. Un romanzo dove le protagoniste assolute sono l’identità femminile, l’amore deluso – ora dalla morte, ora dal tradimento -, e la solitudine invincibile delle donne alla soglia delle grandi e piccole trasformazioni.
Nei prossimi giorni l’associazione provvederà a comunicare l’altro componente della Giuria, indicando la data prevista nel mese di settembre p.v. per la cerimonia di premiazione.