Madonna degli Angioli/Jurio. Il luogo

Per le Escursioni di Energheia tra natura e cultura

Madonna degli Angioli/Juriio 

con Edoardo de Ruggieri

_partecipazione libera

_Itinerario
_Murgecchia/tratturo della transumanza/madonna degli Angioli/Grotta delle tre Civette/Boschetto di quercia virgiliana/cappella e giardini di Monteverde/marmitte fluviali_gole del torrente Iesce.

Descrizione dell’itinerario
Tratturo della transumanza, nei pressi della chiesa rupestre Madonna delle Vergini, fino al fondo della Gravina. Si risale l’isolotto calcareo che ospita, alla sua estremità, la cripta della Madonna degli Angioli, un tempo meta di pellegrinaggio, e la grotta delle “Tre Civette”.
Si riprende la discesa fino ad arrivare nei pressi di una valletta in cui sopravvive un interessante nucleo di querce, costituito per larga parte da quercia virgiliana. Il piccolo bosco costituisce una delle formazioni forestali più interessanti del territorio murgiano, una vera e propria emergenza naturalistica.
Seguendo il fondo del vallone si intravedono i terrazzamenti di Monteverde, con i muri a secco e giardini di mandorli, ulivi e fichi d’India.
L’omonima cappella, dedicata alla Madonna è incastonata nella roccia calcare. La facciata, tardo medievale, è costruita in conci di tufo e presenta un campanile, tre finestrelle rettangolari ed un architrave sul quale è scolpito un angelo con le ali spiegate. Dopo aver attraversato i giardini, si arriva in uno dei punti più spettacolari della murgia materana, dove è possibile apprezzare le “marmitte dei giganti”, una sequenza di giochi d’acqua, frutto di processi erosivi. La stretta gola del torrente Jesce si apre, quindi, davanti alla Civita, a formare l’antico invaso naturale detto “Jurio”.

info: www.energheia.org
energheia@energheia.org