Caricamento in corso
Rassegna Stampa

Energheia premia Jane Kimathi Kambura, alias “Zaneth Kendi”, scrittrice Kenyota

La Gazzetta del Mezzogiorno – Agosto 2000

Il suo “Momma’s girl” è stato scelto tra i 130 racconti di giovani africani
Matera – E’ di Nairobi, in Kenya, la vincitrice della prima edizione del Premio Energheia Africa Teller, organizzato dall’associazione culturale Energheia di Matera. Jane Kambura Kimathi, la ventenne africana a cui è andato il riconoscimento, si è imposta con il racconto “Momma’s girl”… Si tratta di un’opera dai toni delicati ed allo stesso tempo malinconici, narrato in prima persona da una ragazza che ripercorre il legame speciale e simbiotico con la madre, morta di Aids. Ritornelli con una certa musicalità spezzano l’atmosfera dolorosa ma profondamente poetica che pervade il racconto e lo rendono decisamente originale…
“Momma’s girl” è stato scelto tra i 130 racconti scritti da giovani kenyoti, la metà di essi, infatti, ha un’età inferiore ai 24 anni. Nei lavori sono state affrontate tematiche le tematiche più disparate, dalle situazioni sociali di estremo disagio a favole tribali… Il Premio, svoltosi con la collaborazione della rivista Nigrizia, dei Padri Comboniani, in considerazione del successo ottenuto, ha indotto Energheia ad estenderlo ai territori africani di lingua anglofona e di pubblicare, in italiano e in inglese, da distribuire in Kenya, gli undici racconti finalisti…
Jane Kambura Kimathi sarà ospitata a Matera in occasione della cerimonia di premiazione che si terrà il 16 settembre. Della giuria che ha scelto “Momma’s girl” e composta da Gino Barsella, direttore di Nigrizia, il regista Koblan Bonaventura Amissah, Fabrizio Versienti, giornalista del Manifesto…
Nel corso della serata sarà anche proclamato il vincitore della sesta edizione del Premio letterario Energheia e il miglior racconto da sceneggiare per la produzione di un cortometraggio.

Nella foto_La vincitrice del Premio Energheia Africa Teller, Zhanet Kendi