Come si svolge il Premio Energheia.

premio energheiaLe fasi del Premio

Il Premio Energheia si articola in diverse sezioni: il Premio letterario Energheia (racconti brevi per un massimo di quindici cartelle, a tema libero), I Brevissimi di Energheia (racconti realizzati con un limite massimo di 4000 battute su una tematica scelta annualmente) ed Energheia Cinema (soggetto per la realizzazione di un cortometraggio). A queste sezioni si aggiungono le iniziative internazionali: Energheia Europe (per Spagna, Israele e Libano) e Africa Teller (rivolto ai Paesi di lingua anglofona e francofona del continente africano).
Vi è, infine, la sezione “Nuvole di Energheia”, dedicata ai fumetti.
La prima fase prevede la diffusione del bando con la stampa e la spedizione di cartoline e locandine riportanti le modalità di partecipazione al concorso ad oltre 10.000 indirizzi postali, 6000 newsletters web e 2500 contatti su social network – facebook – nel periodo autunno/inverno di ogni anno. Analoga diffusione avviene con il sito web: www.energheia.org, ricco di materiali, racconti, fotografie, commenti e informazioni sul Premio, oltre ai numerosi siti e contatti coltivati in questi anni che amplificano ancor di più l’iniziativa.

La seconda fase inizia con la scadenza della consegna dei racconti. Viene allestito il “Comitato lettori” costituito da gruppi di lettura a cui vengono sottoposti i racconti, in forma anonima, trasmessi via web. Il comitato è composto da oltre 750 componenti, appassionati della lettura e/o del fumetto ed appartenenti alle più disparate classi di età e di luogo della Penisola. Questi, nell’arco di alcuni mesi selezionano:
• I dieci racconti finalisti, cinque per ciascuna sezione in cui si articola il Premio Energheia: scrittori dai 15 ai 22 anni e scrittori oltre i 22 anni;
• I migliori dieci della sezione I brevissimi di Energheia _D. Bia – racconti brevi con un tema che varia di anno in anno.
• I migliori cinque della sezione Energheia Cinema, un soggetto per un cortometraggio.
• I migliori dieci per la sezione Nuvole di Energheia, storie a fumetti.
Per i premi Energheia Europa (Spagna Portogallo e Libano) ed Energheia Africa Teller, i finalisti selezionati in ciascun Paese partecipante, vengono valutati da un comitato lettori costituito ad hoc, che legge il materiale pervenuto esclusivamente nella lingua originale ed individua il vincitore. In tale maniera, una volta individuato l’autore o l’autrice del racconto, questi viene ospitato – a spese dell’associazione – nella settimana della cerimonia di premiazione, per ricevere il riconoscimento.
Una volta selezionati i finalisti, si passa alla terza fase, ovvero all’invio ai giurati dei racconti – strettamente anonimi -, per una loro valutazione, mentre si comunica ai diversi finalisti la data della cerimonia di premiazione che, di solito, si svolge nel mese di settembre a Matera. La giuria, composta da personalità del mondo culturale italiano, varia di anno di anno, individua, poche ore prima l’inizio della cerimonia di premiazione, il vincitore del Premio Energheia ed il Miglior racconto per la realizzazione di un cortometraggio da realizzare a cura dell’associazione Energheia, oltre ad eventuali racconti meritevoli di essere premiati. Ne consegue che per i finalisti presenti è oltretutto una bella e piacevole sorpresa essere indicati dai giurati quali vincitori del Premio nel corso della serata finale.
La quarta ed ultima fase prevede la realizzazione delle antologie di racconti di Energheia: I racconti di Energheia, Nuvole di Energheia, I racconti di Africa Teller, con un lavoro certosino di editing e traduzione dei testi. I libri sono tutti editati dall’associazione Energheia.
A ciò si aggiunge, infine, la realizzazione e produzione dei cortometraggi proiettati a conclusione della successiva edizione del Premio.

Dimensione nazionale ed internazionale dell’Evento
Nella realizzazione del Premio nel suo complesso, l’associazione ha messo in atto delle collaborazioni sul territorio nazionale e all’estero, qui di seguito elencate:
Per il Premio letterario Energheia:
1. La rivista on line RETIDIDEDALUS del Sindacato Nazionale Scrittori, diretto dallo scrittore Marco Paladini, pubblica i racconti finalisti.
2. TIME ZONES di Bari realizza performance di letture abbinate alla musica contemporanea.
Per il Premio Africa Teller:
1. AMANI ONLUS di Milano lavora su progetti sociali e culturali in Africa, che vedono gli autoctoni protagonisti.
2. Il Centro Koinonia e Radio Waunini di Nairobi.
3. La rivista Nigrizia dei Padri Comboniani con sede a Verona.
Per il Premio Energheia Europe:
1. SOCIETA’ “DANTE ALIGHIERI” DI TRIPOLI (LIBANO);
2. BRITISH INSTITUTE DI TRIPOLI
3. SAFADI FOUNDATION DI TRIPOLI;
4. UNIVERSITA’ di BARCELLONA (SPAGNA);
5. UNIVERSITA’ BEZALEL di GERUSALEMME (ISRAELE)
Oltre queste associazioni private, vi è il sostegno e il patrocinio all’iniziativa di: Governo di Spagna e Ambasciata di Spagna in Italia; Ambasciata d’Italia di Beirut; Regione e Comune.