L’Africa di Amani

Una breve raccolta dei video di Padre Kizito Sesana e di Amani in Africa nel corso dei diversi anni della loro attività.
Buona visione

Padre Kizito illustra brevemente l’incontro, o lo scontro, tra Africa e Occidente a partire dall’epoca coloniale, concentrandosi sulla difficile situazione in Kenya oggi, segnata da un lato da povertà, debito estero, multinazionali, e dall’altro la cultura africana, che pone in primo luogo la vita umana.

***

***

Tiyende Pamodzi (Camminiamo insieme) è il titolo del tour italiano del Koinonia Youth Team, gruppo di 16 ex ragazzi di strada del Mthunzi Centre di Lusaka, Zambia. Il tour degli ex bambini di strada nel 2013 in Italia con le sue diverse fasi:

I 16 ragazzi del Koinonia Youth Team provano lo spettacolo che porteranno in Italia dal 23 novembre al 15 dicembre 2013.

***

In una realtà segnata da un conflitto violento tra il governo di Khartum e il SPLA (Sudan’s People Liberation Army), dove bombardamenti indiscriminati e continui sono all’ordine del giorno, l’educazione rappresenta una forma di resistenza specifica per il popolo Nuba. Investire nell’educazione significa investire in una convivenza pacifica in tutto il Sudan, nonostante le differenze religiose. L’istruzione della quale usufruiscono migliaia di bambini (sia sui monti Nuba che nel campo profughi in Sud Sudan) è gestita interamente da organizzazioni Nuba e insegnanti volontari.
I violenti attacchi e la mancanza di corridoi umanitari (vietati dal governo) rendono insostenibile anche la situazione sanitaria.

***

Dopo anni vissuti in strada, la mattina del 15 aprile 35 bambini provenienti da quattro diverse “basi” di Nairobi hanno accettato di cambiare vita entrando nel centro di prima accoglienza Ndugu Mdogo.
Siamo andati a prenderli con il bus, abbiamo pranzato insieme, abbiamo giocato, gli abbiamo chiesto di lasciar perdere la droga e loro hanno gettato le bottigliette piene di colla. Abbiamo raccontato loro di Ndugu Mdogo, di nuove possibilità.
Nel giro di 24 ore la loro vita è cambiata, loro sono cambiati, sotto i nostri occhi. Con addosso vestiti nuovi abbiamo bruciato i vecchi, abbandonando ufficialmente le abitudini di strada. Il rito segna un nuovo inizio, ora la storia continua.

***

Le ragazze e le educatrici che vivono alla Casa di Anita (centro di accoglienza per ex bambine e ragazze di strada) di Nairobi raccontano, insieme alle volontarie di Amani dei campi di incontro, cosa rappresenta per loro quell’oasi di verde alle pendici delle colline di Ngong.

***

I bambini di strada a Lusaka (Zambia) trovano rifugio al Mthunzi Centre, un centro di accoglienza residenziale che i bambini possono chiamare casa e in cui finalmente possono tornare ad essere solo bambini.
Questo video illustra la nascita del centro di accoglienza Mthunzi, il suo funzionamento e lo sviluppo di altri progetti rivolti anche alla comunità circostante.
Ci sono inoltre numerose testimonianze di bambini e ragazzi che vivono al Mthunzi Centre e che spiegano come è cambiata la loro vita dopo l’arrivo al centro.

***

l Ndugu Mdogo Rescue Centre è un centro di prima accoglienza per bambini di strada (Nairobi, Kenya). E’ un luogo che i bambini possono chiamare casa, un luogo dove possono tornare ad essere solo bambini circondati da altri bambini con cui crescere e da figure adulte che si prendono cura di loro.

***

Una sera a Ndugu Mdogo, uno dei centri di prima accoglienza per bambini di strada gestiti da Amani e dalla comunità di Koinonia (Nairobi, Kenya).
“I am happy because I started a new life. I am sleeping well, I am eating well. Thank you very much for everything you have done for us.”
di Fabio Ilacqua e Roberto Pelitti. 2006.